ANDARPERMONTI News: Domenica 02 Settembre gita a Malga Senons

02 Settembre: Malga Senons, Val Settimana

Escursione culturale e naturalistica in compagnia degli autori del libro “Degli antichi sentieri” (La Chiusa Edizioni, Chiusaforte), Giorgio Madinelli e Andrea Fiorot. Ci porteranno nei luoghi descritti nel volume e in particolare alla malga Senons. Conosceremo i luoghi, le storie, e il pastore che qui porta all’alpeggio la sua piccola mandria e fa il formaggio che potremo degustare e perché no, portarci a casa.

Dal parcheggio risaliamo la strada forestale chiusa al traffico motorizzato fino Malga Senons.

Per chi lo desidera è possibile proseguire il cammino sul sentiero CAI n.393 che porta in Ciadin di Senons con altri 400 metri di dislivello.

 

DISLIVELLO, TEMPI E DIFFICOLTA’.

DIFFICOLTA’: T la strada forestale, lunghezza 3,5 km, dislivello 360 m, tempi 1 h 15′ sola andata.

DIFFICOLTA’: E il sentiero CAI n.393, dislivello 400 m (760 m tot.), tempi 1 h 30′ (2 h 45′ tot.) sola andata.

Iscrizione obbligatoria entro venerdì 31 Agosto al seguente link: Modulo iscrizione indicando il numero dei partecipanti (specificando quanti minori accompagnati).

Pubblichiamo inoltre il volantino dedicato, completo di tutte le informazioni necessarie.

Come sempre eventuali aggiornamenti o modifiche saranno pubblicati sul sito e sulla pagina Facebook della società.

Per chi vuole approfondire qui trovate due link interessanti:

Casera Senòns (1323 m)

SCUOLA CALCIO – FINE ANNO 2017-18

Lunedì 06 luglio si è svolta l’ultima seduta di allenamento dei ragazzi della Scuola Calcio, seguita da un incontro conviviale con i genitori, gli allenatori Simone e Massimiliano ed il presidente della società.

A seguire riportiamo impressioni, ringraziamenti e saluti di allenatori e presidente.

Massimiliano

E anche quest’anno, in concomitanza con il termine delle lezioni alle scuole elementari, si è conclusa un’altra splendida avventura di Scuola Calcio con la squadra de “Il Delfino“. Sono molto orgoglioso dei bimbi che ho avuto quest’anno in quanto questi sono cresciuti sia dal punto di vista tecnico che (e personalmente aggiungo soprattutto) dal punto di vista comportamentale. Non li conoscevo tutti, molti sono arrivati proprio quest’anno ma insieme abbiamo dato vita ad un bellissimo gruppo. La scuola calcio de “il delfino” infatti offre un ambiente sereno dove nostri i ragazzi possono stare assieme, divertirsi e giocare all’aria aperta allo sport più bello del mondo. Poco altro da aggiungere, se non se non un ringraziamento speciale alla società che mi permette ogni anno di proseguire con questa bellissima iniziativa e a tutti i miei ragazzi che sono in grado di migliorare me più di quanto io sia in grado di migliorare loro. 
Grazie per questa splendida annata, ci vediamo a settembre. Forza Delfini sempre!

Simone

Un grazie ai genitori che hanno avuto fiducia in noi e nel nostro modo di guardare a questi ragazzi. Abbiamo sempre cercato di mettere in primo piano la personalità dei nostri giovani atleti rispetto alla pura prestazione sportiva e questo ci ha sempre ripagato regalandoci una grande soddisfazione per il lavoro svolto. Di questi bambini mi ha colpito la perseveranza e la fedeltà all’impegno, anche quando il meteo non era dei migliori; un insegnamento anche per noi adulti.

Presidente

Alla fine di questo anno credo che siamo riusciti a fare un buon lavoro, con i due allenatori, con Licio che si è sempre prodigato per la buona riuscita di ogni seduta di allenamento, con i genitori che hanno sempre avuto fiducia in noi,  nel nostro metodo e ci hanno pazientemente supportato  anche di fronte agli imprevisti.

Un saluto a tutti e un arrivederci a settembre.

IL DELFINO NEWS – X° INCONTRO NAZIONALE CDO SPORT – MARINA DI MASSA 2018

Come già annunciato anche questo anno si è svolto l’incontro annuale delle Associazioni iscritte alla Compagnia Delle Opere (CDO) Sport, nella bella location di Marina di Massa (MS), in Casa F.A.C.I., dal 21 al 24 giugno.

A tale proposito pubblichiamo qui sotto la lettera che il nostro vicepresidente ha preparato al termine dell’incontro.

 

Carissimi

il X° Incontro Nazionale di Cdo Sport si è appena concluso ed è stato, come sempre, un grosso stimolo culturale e, soprattutto, di fede, cioè di attaccamento a una compagnia che rivolge uno sguardo positivo su di te e sulla realtà.

Tornare a rivedere i volti  con cui ho condiviso la mia storia di sportivo o, comunque, di persona impegnata in ambiti sportivi è estremamente consolante perché è di stimolo, come se ti dicessero:” puoi fare di più, puoi fare meglio”, come uno sprone, un pungolo che non ti fa rilassare.

Non mi dilungo sulle testimonianze, spesso toccanti, fatte a Massa da parte non solo di numerosi giovani atleti ma anche di imprenditori e uomini di fede, raccontarli sarebbe troppo riduttivo, ma mi soffermerò solo su due fatti:il primo è stato l’impegno che Paolo, uno di noi, ha messo nel preparare il video di presentazione della attività Andarpermonti della nostra associazione Il Delfino e il suo successivo intervento all’assemblea, dove ha spiegato le ragioni del suo impegno personale e del motivo per cui si fanno le cose.

La seconda sollecitazione, veramente inaspettata, è stata la lettura da parte di Giancarlo Ronchi della lettera del Santo Padre Francesco al Prefetto del dicastero per i laici, la famiglia e la vita in occasione della pubblicazione del nuovo documento: “Dare il meglio di sé”, centrato sulla prospettiva cristiana dello sport e della persona umana. Riporto solo alcune frasi che mi hanno particolarmente colpito:

[…]  vorrei sottolineare il ruolo dello sport come mezzo di missione e santificazione. La Chiesa è chiamata ad essere segno di Gesù Cristo nel mondo, anche mediante lo sport praticato negli oratori, nelle parrocchie e nelle scuole, nelle associazioni …[…]

e ancora:

[…] Occorre approfondire la stretta relazione che esiste tra lo sport e la vita, che possano illuminarsi a vicenda, affinché lo sforzo di superarsi in una disciplina atletica serva anche da stimolo per migliorare sempre come persona in tutti gli aspetti della vita. […]

per ultimo:

[…] Per lo sportivo cristiano, la santità sarà dunque vivere lo sport come un mezzo di incontro, di formazione della personalità, di testimonianza e di annuncio della gioia di essere cristiano con quelli che lo circondano.[…]

 A me è sembrato di trovare nelle parole del Santo Padre la conferma della correttezza del cammino che stiamo insieme a questi amici pur consapevoli che, anche se tutto può essere migliorato, solo nella fedeltà a questa compagnia possiamo rimanere sulla buona strada.

 Vi invio un caro saluto

Luigi Valente

ANDARPERMONTI News – Sabato 30 Giugno – Pellegrinaggio Forni Avoltri – Luggau (AU)

Pellegrinaggio Forni Avoltri-Maria Luggau (AU)

Sabato 30 Giugno e Domenica 01 Luglio

Come ogni anno ci uniamo alla comunità di Forni Avoltri in questo pellegrinaggio centenario.

Vi ricordiamo che manca appena un mese alla partenza per il pellegrinaggio 2018.

Se siete interessati, vi consigliamo di contattare direttamente il referente sotto indicato per verificare le possibilità di pernottamento:

Onorio Martinuzzi – 3391106618

E’ necessario iscriversi entro il 03 giugno indicando nome, cognome, data di nascita e comune di residenza, nonché un recapito telefonico e mail, mediante il quale verrà data conferma della avvenuta prenotazione del posto letto per la notte.

Inoltre sarete informati di ogni eventuale novità o variazione di programma.

L’iscrizione si effettua a questo link:

Modulo Iscrizione.

Inoltre a questo link trovate il

Volantino Pellegrinaggio Luggau 2018,

contenente le necessarie indicazioni.

ANDARPERMONTI News – Domenica 27 Maggio – Gita alla Riserva Naturale Forra del Cellina (Pn)

27 maggio: Riserva Naturale Forra del Cellina

La vecchia strada sulla forra

Visiteremo la Riserva Naturale Forra del torrente Cellina, il maggior canyon della regione, nonché uno dei più spettacolari d’Italia. Percorreremo il Sentiero del Dint, un facile percorso panoramico affacciato sul lago di Barcis, e la vecchia strada (ora chiusa al traffico veicolare), che un tempo era l’unico collegamento della valle con la pianura.

Il percorso della strada si snoda tra forre e profondi canyon scavati nelle rocce dalle acque cristalline, potremo ammirare la grande incisione valliva e conoscerne gli aspetti geologici, naturalistici ed antropologici.

Difficoltà Turistica, durata ore 3.00 dislivello 150 m, costo ingresso Euro 3.00.

Iscrizione obbligatoria entro venerdì 24 Maggio al seguente link: Modulo iscrizione indicando il numero dei partecipanti (specificando quanti minori accompagnati).

Pubblichiamo inoltre il volantino dedicato, completo di tutte le informazioni necessarie.

Come sempre eventuali aggiornamenti o modifiche saranno pubblicati sul sito e sulla pagina Facebook della società.

Per chi vuole approfondire qui trovate due link interessanti:

http://www.parcodolomitifriulane.it/natura/riserva-naturale-forra-del-cellina/

 

http://www.parcodolomitifriulane.it/wp-content/uploads/2017/04/DINT_PNDF.pdf

ANDARPERMONTI News – Gita al Sabotino – Note e fotografie

Verso la cima del monte Sabotino

Pubblichiamo il racconto della giornata insieme ad alcune fotografie.

Buona lettura e visione

 

Domenica mattina appuntamento come sempre davanti alla chiesa di San Giuseppe per condividere insieme ad alcuni amici un escursione, rinviata per ben due volte, sul Monte Sabotino.

L’escursione era stata concordata con alcuni amici di Gorizia che durante una chiacchierata ci avevano fatto sapere che proprio sopra Gorizia c’è questo luogo che negli ultimi anni si è rinomato creando una struttura di accoglienza all’interno di un parco naturale.

Perciò viene inserita nella programmazione delle uscite del 2018 anche perché ricorre il centenario della fine della seconda guerra mondiale, toccando con mano e farci raccontare i luoghi in cui tanti nostri compatrioti hanno vissuto e spesso sono morti per un idea di nazione e di civiltà.

Il monte Sabotino in provincia di Gorizia è un monte, alto poco più di 600 metri, sede di aspre battaglie  durante la Grande Guerra, venne traforato da parte a parte per la realizzazione di un articolato sistema di gallerie. Dopo la seconda Guerra Mondiale diviene zona critica di confine tra Italia e Jugoslavia e come tale ne viene vietato l’accesso. L’escursione che abbiamo fatto è solo una delle moltissime possibilità che si aprono grazie alle numerose mulattiere, strade, sentieri, fortificazione, trincee, luoghi storici tra i più importanti ed  interessanti della zona.

Ore 08:45 partiamo, manca qualcuno, ma ci raggiungerà, siamo ben cinque macchine stracariche, dopo poco più di un’ora siamo al punto concordato, nel parcheggio del Rifugio del Parco della Pace, dove ci sono altri della nostra compagnia che ci aspettano.

Parcheggiate le macchine alcuni minuti di preparazione (scarponi, zaini, bastoni, ecc.) veniamo richiamati da Paolo a formare un cerchio, un segno di croce, una preghiera, breve descrizione del percorso e si parte.

Ci si incammina verso un comodo sterrato che seguiamo sino ad incrociare la strada militare che sale da S. Mauro.  Si sale velocemente su terreno comodo e dopo poco alle rovine dell’eremo di San Valentino, da qui un panorama mozzafiato, si vede benissimo la costa slovena, la costa italiana e in mezzo quasi come un lago calmo l’adriatico, Monfalcone e più vicino l’Isonzo, Gorizia e Nova Gorica. Ma spaziando a 360° ci accorgiamo che le montagne friulane da quest’angolatura sono particolarmente affascinanti così come una grande struttura che è il Santuario Mariano del Monte Santo.

A questo punto dopo essermi guardato intorno e constatato, apprezzato, meravigliato, che eravamo in tanti, totalmente disomogenei, coppie di una certa età, coppie giovanissime con figli al seguito, singoli amici o conoscenti che per un’amicizia si avventurano nelle nostre proposte, nell’eremo di San Valentino, durante una breve sosta, mi viene in mente una domanda: ma perché sono qui? Forse perché il mio desiderio di felicità, di bellezza è lo stesso di ognuno dei presenti e siamo qui insieme proprio per condividerlo?

 Di fronte a tanta bellezza e di fronte all’Infinito, che diventa spettacolo per gli occhi e per la mente, queste domande emergono e possono anche non trovare risposta immediata, ma restano nel cuore con un tentativo di risposta.

 L’escursione riprende su un percorso in cresta adiacente a dirupi. Il sentiero è evidente perché segue la linea dei cippi di confine fino alla cima (m 609, rosa dei monti, timbro e libro delle firme).

Proprio qui incontriamo l’altro Paolo che ci spiega l’importanza strategica che il Monte Sabotino ha avuto nelle due grandi guerre e alcuni aspetti relativi alla struttura del monte che successivamente approfondiremo con la guida Slovena.

Dalla cima proseguiamo verso il rifugio dove arriviamo poco dopo. Un’oretta di visita alle gallerie e alle fortificazioni permanenti. Ore 13:30 si pranza insieme! Conversazioni e battute rendono la giornata ancora più piacevole perché è anche di questo che abbiamo bisogno.

Si conclude così l’escursione con gli amici del “Delfino” tra saluti e arrivederci a presto.

Grazie, Mariano per la proposta, anche se non hai potuto partecipare; grazie Fabio per l’organizzazione; grazie a Paolo per la descrizione e un grazie a tutti per aver condiviso una bellissima giornata.

 Vice Presidente dell’Associazione Sportiva R. Dilett. “Il Delfino”

Dr.  Luigi Valente

Eremo di San Valentino
Il fiume Isonzo dalla cresta del Sabotino
Panorama dalla cima del monte Sabotino verso Nord (cliccate sull’immagine per ingrandire)
Incontro con la guida
Nelle gallerie del Sabotino – 1
Nelle gallerie del Sabotino – 2
Il gruppo con la guida e, sullo sfondo, la pianura di Gorizia

 

Andarpermonti News – Aggiornamento Calendario gite 2018

Ecco il calendario delle gite estive previste per l’anno 2018:

22: aprile Monte Sabotino
Verso la cima del monte Sabotino

Facile gita alla scoperta del Monte Sabotino che, con i suoi 609 metri, controlla l’accesso a Gorizia, le alture di Oslavia, del Podgora e del Calvario, un tratto della valle dell’ Isonzo e la pianura isontina. Durante il primo conflitto mondiale diventa una fra le cime più ambite e più difficili da conquistare, perché la sua posizione consentiva agli osservatori austro-ungarici di controllare gli spostamenti dell’esercito italiano fino a Gradisca.

Difficoltà Turistica-Escursionistica.

27 maggio: Riserva Naturale Forra del Cellina
La forra del Cellina

Visiteremo la Riserva Naturale Forra del torrente Cellina, il maggior canyon della regione, nonché uno dei più spettacolari d’Italia. Percorreremo la vecchia strada (ora chiusa al traffico veicolare), che un tempo era l’unico collegamento della valle con la pianura, e il Sentiero del Dint .

Il percorso si snoda tra forre e profondi canyon scavati nelle rocce dalle acque cristalline, potremo ammirare la grande incisione valliva e conoscerne gli aspetti geologici, naturalistici ed antropologici. Difficoltà Turistica, durata ore 3.00 dislivello 150 m, costo ingresso Euro 3.00.

30 giugno/01 luglio: Maria Luggau (data confermata)
Pellegrinaggio 2017, arrivo a Luggau

Partecipazione all’annuale pellegrinaggio di due giorni organizzato dalla Parrocchia di Forni Avoltri.

Difficoltà Escursionistica.

02 settembre: “Degli antichi sentieri” – Incontro con l’autore a Malga Senons, con Variante per “Arditi”
Malga Senons

Nella splendida cornice della Val Settimana incontreremo Giorgio Madinelli che ci accompagnerà alla Malga Senons per presentarci la sua ultima fatica “Degli Antichi Sentieri – memorie dalle dolomiti clautane” (qui il link per chi volesse approfondire), un lungo viaggio (anche interiore) nella porzione di montagna più sconosciuta e selvaggia della nostra regione.

Posta alla testata della Val Senons, la malga è raggiungibile con una comoda pista forestale che parte dal Rifugio Pussa.

Difficoltà Turistica, durata ore 3.00, dislivello 400 m.

E’ possibile anche una Variante più avventurosa per “Arditi” (percorso EE=Escursionisti Esperti).

30 settembre 14 ottobre: Malghe di Porzus
Le malghe di Porzus

Andiamo sui luoghi dell’Eccidio di Porzûs, uno degli episodi più controversi della Resistenza italiana (Febbraio 1945): l’esecuzione capitale di alcuni componenti della Brigata Osoppo, formazione di orientamento cattolico e laico-socialista, da parte di alcuni partigiani gappisti.

Difficoltà Turistica-Escursionistica.

28 ottobre: Riserva naturale del Monte Orsario (Carso)

Facile gita lungo i sentieri della Riserva Naturale Regionale del Monte Orsario (Medvedjak in sloveno), interamente nel territorio del Comune di Monrupino (Repentabor), in provincia di Trieste, e confinante con la  Slovenia. In questa visita alla riserva si attraverseranno un incredibile varietà di paesaggi, dai campi solcati alle foreste, dallo stagno di Parcedol ai torrioni di Monrupino, per godere poi di un panorama a 360° dalla Slovenia al mare.

Difficoltà Turistica-Escursionistica, durata ore 4.00, dislivello 200 m.

 

 

ANDARPERMONTI News – Domenica 22 Aprile – Gita al Monte Sabotino (Go)

Anello del Monte Sabotino

Domenica 22 Aprile 2018, come prima uscita del gruppo, si  percorrerà la facile escursione ad anello del Monte Sabotino (Gorizia).

Il monte, alto poco più di 600 metri, sede di aspre battaglie durante la Grande Guerra, venne traforato da parte a parte per la realizzazione di un articolato sistema di gallerie. Dopo la seconda Guerra Mondiale diviene zona critica di confine tra Italia e Jugoslavia e come tale ne viene vietato l’accesso. L’escursione che faremo è solo una delle moltissime possibilità che si aprono grazie al fitto intreccio di mulattiere, strade e sentieri, fortificazione, trincee, luoghi storici tra i più importanti ed  interessanti della zona.

E’ obbligatorio iscriversi entro venerdì 20 Aprile sul sito della società al seguente link: Modulo iscrizione. L’iscrizione è obbligatoria indicando: il numero dei partecipanti (specificando quanti minori accompagnati), se si partecipa al pranzo in rifugio e alla visita guidata (dobbiamo avvisare i referenti in loco).

Pubblichiamo inoltre il volantino dedicato, completo di tutte le informazioni necessarie.

Come sempre eventuali aggiornamenti o modifiche saranno pubblicati sul sito e sulla pagina Facebook della società.

 

Fare sport insieme per crescere e divertirsi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi